20

COLTELLO DEL CARNEFICE
Coltello del carnefice di Roma, il manico è di bronzo, a tortiglione, con sovrapposta una testa di leone. Il fodero del coltello è di cuoio con guarnizioni in ottone. Arma con la quale il carnefice eseguiva la condanna alla mutilazione, riservata solitamente agli indigenti che non avevano i mezzi per pagare forti multe. Secondo la condanna, il carnefice cavava gli occhi, tagliava orecchie e nasi. Ai ladri colti in fragranza era tagliata la mano sinistra la prima volta e, in caso di recidiva, la mano destra. 
Provenienza: Roma, Museo di Castel Sant’Angelo - 1934.