12

VERGINE DI NORIMBERGA
Le fonti storiche riferiscono che questo strumento era utilizzato prevalentemente in Germania, ma anche in altre nazioni europee, nel Medio Evo. Il prototipo della terribile macchina fu rinvenuto a Norimberga, nei sotterranei di un edificio dove, in passato, era stato ospitato il Tribunale Segreto della città. Il condannato era condotto sul luogo del supplizio passando attraverso sette porte. Alla fine di un lungo corridoio si trovava al cospetto della macchina di morte, una sorta di armadio di ferro che riproduceva vagamente le sembianze di una figura femminile, con due ante sul davanti che, aprendosi, mostravano affilatissime punte di ferro. Lo sventurato veniva rinchiuso nella macchina andando incontro a una morte atroce. I resti della vittima erano gettati, attraverso un canale sotterraneo, nel fiume che scorreva sotto la sede del Tribunale Segreto. A Monaco, secondo alcune testimonianze, durante il governo del principe Carlo Teodoro, era utilizzata un simile strumento di supplizio, situato nella cosiddetta via della Donzella. 
Provenienza:  Roma, scuola allievi agenti di custodia (riproduzione) – 1934.